I contributi a carico dei dirigenti vanno versati a cadenze trimestrali, rispettando le scadenze stabilite dal Regolamento del Fondo che ricordiamo essere:

  • 1° trimestre 28 febbraio
  • 2° trimestre 31 maggio
  • 3° trimestre 31 agosto
  • 4° trimestre 30 novembre

In caso di ritardato versamento dei contributi, l’erogazione delle prestazioni è automaticamente sospesa e sui contributi dovuti è applicato un interesse di mora secondo l’articolo I del Regolamento.

I contributi trimestrali sono sempre dovuti interamente, anche quando intercorra una cessazione d’iscrizione nel corso del trimestre. Solo in caso di iscrizione nel corso del trimestre, il contributo relativo dovuto è calcolato in ratei mensili.

I contributi dovuti dai dirigenti in servizio, o in indennità sostitutiva del preavviso, presso imprese aderenti al FASI devono essere trattenuti dalle competenze individuali e versati direttamente dalle imprese stesse, utilizzando le modalità ad esse dedicate (Aziende: versare i contributi).

Tutti gli altri dirigenti sono tenuti a versare in proprio i contributi dovuti, con le modalità di seguito descritte.

In caso di ritardato versamento dei contributi, l’erogazione delle prestazioni è automaticamente sospesa e sui contributi dovuti è applicato un interesse di mora secondo l’articolo I del Regolamento.

I contributi trimestrali sono sempre dovuti interamente, anche quando intercorra una cessazione d’iscrizione nel corso del trimestre. Solo in caso di iscrizione nel corso del trimestre, il contributo relativo dovuto è calcolato in ratei mensili.

I contributi dovuti dai dirigenti in servizio, o in indennità sostitutiva del preavviso, presso imprese aderenti al FASI devono essere trattenuti dalle competenze individuali e versati direttamente dalle imprese stesse, utilizzando le modalità ad esse dedicate (Aziende: versare i contributi).

Tutti gli altri dirigenti sono tenuti a versare in proprio i contributi dovuti, con le modalità di seguito descritte.

Le sole modalità di versamento previste sono:

  • l’addebito diretto SEPA DIRECT DEBIT (SDD);
  • il bollettino bancario denominato “bollettino freccia”;
  • il bonifico Bancario con causale di versamento generata nell’area riservata.

Il Fasi non si assume alcuna responsabilità sui disguidi e sui lunghi tempi di lavorazione conseguenti ad eventuali versamenti eseguiti con modalità diverse dalle precedenti. Pertanto, i Dirigenti che NON hanno ritenuto di utilizzare la domiciliazione bancaria dei contributi (addebito diretto SEPA), dovranno trimestralmente versare al Fasi, con scadenza 28 febbraio, 31 maggio, 31 agosto e 30 novembre, i contributi previsti utilizzando esclusivamente i “bollettini freccia” (bollettini bancari) pre-intestati, o, in alternativa, effettuando il bonifico bancario con causale di versamento generata tramite apposita funzione all’interno dell’area riservata. I Dirigenti che versano in proprio i contributi trimestrali previsti e che hanno espresso il consenso al pagamento attraverso l’addebito automatico sul proprio conto corrente bancario (SEPA ex RID), avendone ricevuta espressa e preventiva conferma da parte del Fasi, non dovranno effettuare altri versamenti (a meno di eventuali contributi arretrati). Comunque, tutti gli iscritti che decidessero in futuro di avvalersi dell’addebito diretto dei contributi previsti oppure varino il codice IBAN di addebito, dovranno perfezionare tale operazione, compilando il relativo modulo “Mandato per addebito diretto CORE SEPA”, accedendo al sito del Fasi www.fasi.it, alla home personale, seguendo le relative istruzioni. La richiesta o la variazione o la revoca di tale domiciliazione può essere effettuata mediante la procedura “domiciliazione bancaria” presente nella home page personale accedibile con codice iscrizione e password.

Domiciliazione bancaria dei contributi (SEPA SDD CORE)

Per i dirigenti che versano direttamente i contributi (pensionati, convenzionali) è possibile richiedere la domiciliazione bancaria, in qualsiasi momento dell’anno.
Adottando tale formula, una volta autorizzato il Fasi, il contributo sarà richiesto via rete interbancaria ed automaticamente, addebitandolo sul conto dell’iscritto con valuta pari alla scadenza e per l’esatto importo trimestrale.
È il metodo di versamento raccomandato ed il più comodo e conveniente per il Dirigente.
Nessuna spesa è richiesta dal Fasi e neppure, nella stragrande maggioranza dei casi, dagli istituti di credito.

Per concedere l’autorizzazione basta utilizzare il servizio disponibile sulla propria home page personale nella sezione “Anagrafica dirigente” – “Coordinate bancarie” e quindi:

Fornire il codice IBAN del conto sul quale addebitare i contributi (verificarlo su un documento recente o presso il proprio sportello bancario)
Stampare il Mandato SEPA SDD CORE che viene automaticamente generato
Datarlo e sottoscriverlo
Scandirlo in formato pdf in grigio o bianco/nero
Inviarlo al FASI utilizzando la funzione di upload presente sullo stesso servizio
La DECORRENZA della domiciliazione sarà il primo trimestre utile a partire dalla data in cui la richiesta perverrà al Fondo.

Versamento tramite bollettino Bancario/Freccia

I Dirigenti che NON hanno ritenuto di utilizzare la domiciliazione bancaria dei contributi (addebito diretto SEPA), potranno trimestralmente versare al Fasi, con scadenza 28 febbraio, 31 maggio, 31 agosto e 30 novembre, i contributi previsti utilizzando i “bollettini freccia” (bollettini bancari) pre-intestati, riportanti già prestampato l’importo da versare con riferimento al titolo di iscrizione, come risultante al Fasi. Tali bollettini sono stampabili, aggiornati, dalla home page personale del sito Internet del Fondo, accessibile con numero di posizione e password.
In particolare il bollettino bancario, preintestato e precompilato anche nella parte importo è ottenibile cliccando sul tasto: “Richiesta bollettino freccia” e seguendo le istruzioni fornite, una volta offerta la conferma, il bollettino sarà inviato in posta elettronica, in formato pdf immediatamente stampabile, entro poche ore.

Bonifico Bancario con causale di versamento generata dal Fondo

Dal maggio del 2020 è possibile effettuare il pagamento dei contributi anche a mezzo bonifico bancario, utilizzando le indicazioni fornite nell’area riservata:
ci è infatti doveroso fare presente che per ottenere un esito positivo della riconciliazione del pagamento con bonifico, è essenziale e indispensabile riportare la causale di versamento generata dal Fondo, da richiedere prima di ogni versamento ed utilizzabile una sola volta.
Tale causale è richiedibile dalla propria home page personale del sito Internet del Fondo, accessibile con numero di posizione e password.

Altre forme di versamento.

Altre forme di versamento (assegni, bonifici non autorizzati, vaglia, etc.) sono assolutamente sconsigliate perché poco sicure (smarrimenti, furti) o perché frequentemente causa di ritardi conseguenti alle caratteristiche proprie del mezzo (dati del versante e causali assenti, incomplete o errate); conseguentemente l’utilizzo di tali forme di pagamento possono causare sospensione di liquidazioni, solleciti contributivi e comunque disguidi.

Entità dei contributi

L’ammontare del contributo è indipendente dalla composizione del nucleo familiare assistito con eccezione per l’eventuale GENITORE iscritto per i quali sono dovuti contributi trimestrali aggiuntivi (articolo H, del Regolamento).

Nel caso di iscrizione/reiscrizione al Fondo, insieme al primo versamento, è dovuta una quota d’ingresso una tantum, salvo casistiche nelle quali la quota non è dovuta (articolo L del Regolamento).

L’entità dei contributi trimestrali dovuti dipende dal titolo di iscrizione al Fondo, secondo quanto riportato nello Statuto e nel Regolamento del Fasi e sarà pubblicata annualmente nel riepilogo Norme per i dirigenti.

Dirigenti in servizio

Dirigente in servizio (art. 2 lett. a dello Statuto)

In questo caso i contributi devono essere trattenuti dalla retribuzione del dirigente ma VERSATI direttamente dall’ IMPRESA dalla quale il dirigente dipende, con le modalità relative ed insieme agli altri contributi dalla stessa dovuti.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.
Solo per il trimestre di iscrizione/reiscrizione, nel caso questa decorra dal 2° o 3° mese del trimestre, è dovuto il rateo di 2/3 o 1/3, rispettivamente, dell’intero contributo.

Contributo TRIMESTRALE (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 220,00 euro
  • 2015: 240,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

Anche questo contributo deve essere versato, contestualmente agli altri, con le modalità già descritte.

Solo per il primo trimestre di iscrizione è inoltre dovuta l’eventuale quota di ingresso (articolo L del Regolamento).

È dovuta da tutti i dirigenti che si iscrivono al Fondo con l’esclusione di:

  • dirigenti neo promossi o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente, purché la richiesta di iscrizione sia inoltrata entro SEI MESI dalla data di nomina o di assunzione;
  • titolari di pensione di reversibilità di pensionato iscritto al Fondo;
  • titolari di pensione ai superstiti di dirigente iscritto al Fondo.

Il premio di ingresso per le iscrizioni decorrenti entro il 31/12/2005 è pari a euro 206,58, mentre per le iscrizioni decorrenti da 1/1/2006 è pari a:

500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre 6 mesi ed entro 18 mesi dalla data di nomina;

per i dirigenti pensionati già iscritti in qualità di dirigenti in servizio a forme di assistenza sanitaria sostitutive del Fasi;

per i dirigente che si iscrivano al Fasi in caso di Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto);

per i dirigenti distaccati all’estero di cui all’articolo 2 lettera f dello Statuto.

1.500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre i 18 dalla data di nomina;

per i dirigenti già in servizio alla data della Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto), che si iscrivano dopo sei mesi dalla data della Confluenza stessa;

per i dirigenti precedentemente iscritti al Fasi ma che abbiano receduto volontariamente dal Fondo (esclusa la perdita dei requisiti per l’iscrizione al Fasi) o la cui iscrizione sia stata annullata dal Fondo.

Dirigenti in servizio in azienda non versante

Dirigente in servizio presso aziende non versanti (art. 2 lett. c dello Statuto)

In questo caso i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente, con le modalità descritte.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.
Solo per il trimestre di iscrizione/reiscrizione, nel caso questa decorra dal 2° o 3° mese del trimestre, è dovuto il rateo di 2/3 o 1/3, rispettivamente, dell’intero contributo.

Contributo TRIMESTRALE (articolo H più articolo F del Regolamento):

  • 2014: 655,00 euro
  • 2015: 708,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

Anche questo contributo deve essere versato, contestualmente agli altri, con le modalità già descritte.

Solo per il primo trimestre di iscrizione è inoltre dovuta l’eventuale quota di ingresso (articolo L del Regolamento).

È dovuta da tutti i dirigenti che si iscrivono al Fondo con l’esclusione di:

  • dirigenti neo promossi o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente, purché la richiesta di iscrizione sia inoltrata entro SEI MESI dalla data di nomina o di assunzione;
  • titolari di pensione di reversibilità di pensionato iscritto al Fondo;
  • titolari di pensione ai superstiti di dirigente iscritto al Fondo.

Il premio di ingresso per le iscrizioni decorrenti entro il 31/12/2005 è pari a euro 206,58, mentre per le iscrizioni decorrenti da 1/1/2006 è pari a:

500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre 6 mesi ed entro 18 mesi dalla data di nomina;

per i dirigenti pensionati già iscritti in qualità di dirigenti in servizio a forme di assistenza sanitaria sostitutive del Fasi;

per i dirigente che si iscrivano al Fasi in caso di Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto);

per i dirigenti distaccati all’estero di cui all’articolo 2 lettera F dello Statuto.

 1.500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre i 18 dalla data di nomina;

per i dirigenti già in servizio alla data della Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto), che si iscrivano dopo sei mesi dalla data della Confluenza stessa;

per i dirigenti precedentemente iscritti al Fasi ma che abbiano receduto volontariamente dal Fondo (esclusa la perdita dei requisiti per l’iscrizione al Fasi) o la cui iscrizione sia stata annullata dal Fondo.

Dirigente in pensione

Dirigente in pensione o titolare di pensione ex azienda versante (art. 2 lett. b dello Statuto)

In questo caso i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente/titolare di pensione, con le modalità descritte.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.
Solo per il trimestre di iscrizione/reiscrizione, nel caso questa decorra dal 2° o 3° mese del trimestre, è dovuto il rateo di 2/3 o 1/3, rispettivamente, dell’intero contributo.
I titolari di pensione di reversibilità o ai superstiti mantengono i valori contributivi già riferiti al dirigente pensionato intendendosi per data di pensionamento quella dell’ex titolare e, ove l’ex titolare fosse stato in servizio al momento del decesso, quella della data di reversibilità (articolo 2 lettera g dello Statuto).

Contributo TRIMESTRALE (articolo H del Regolamento):

Se la data di pensionamento è antecedente 1/1/1988:

  • 2014: 243,00 euro
  • 2015: 261,00 euro

Se la data di pensionamento è pari o maggiore al 1/1/1988 e comunque anteriore all’ 1/1/2006:

  • 2014: 264,00 euro
  • 2015: 288,00 euro

Se la data di pensionamento è 1/1/2006 o successiva:

se l’anzianità di iscrizione al Fasi o ad altre forme di assistenza sanitaria sostitutive del FASI in qualità di dirigente in servizio è di almeno 10 anni, anche non consecutivi, è quello su riportato:

  • 2014: 264,00 euro
  • 2015: 288,00 euro

se l’anzianità di iscrizione al Fasi o ad altre forme di assistenza sanitaria sostitutive del FASI in qualità di dirigente in servizio è di almeno 2 anni e meno di 10 anni, anche non consecutivi, il contributo su riportato è incrementato del 25% :

  • 2014: 330,00 euro
  • 2015: 360,00 euro

se l’anzianità di iscrizione al Fasi o ad altre forme di assistenza sanitaria sostitutive del FASI in qualità di dirigente in servizio è inferiore a 2 anni, il contributo su riportato incrementato del 50% :

  • 2014: 396,00 euro
  • 2015: 432,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

Anche questo contributo deve essere versato, contestualmente agli altri, con le modalità già descritte.

Solo per il primo trimestre di iscrizione è inoltre dovuta l’eventuale quota di ingresso (articolo L del Regolamento).

È dovuta da tutti i dirigenti che si iscrivono al Fondo con l’esclusione di:

  • dirigenti neo promossi o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente, purché la richiesta di iscrizione sia inoltrata entro SEI MESI dalla data di nomina o di assunzione;
  • titolari di pensione di reversibilità di pensionato iscritto al Fondo;
  • titolari di pensione ai superstiti di dirigente iscritto al Fondo.

Il premio di ingresso per le iscrizioni decorrenti entro il 31/12/2005 è pari a euro 206,58, mentre per le iscrizioni decorrenti da 1/1/2006 è pari a:

500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre 6 mesi ed entro 18 mesi dalla data di nomina;

per i dirigenti pensionati già iscritti in qualità di dirigenti in servizio a forme di assistenza sanitaria sostitutive del Fasi;

per i dirigente che si iscrivano al Fasi in caso di Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto);

per i dirigenti distaccati all’estero di cui all’articolo 2 lettera F dello Statuto.

1.500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre i 18 dalla data di nomina;

per i dirigenti già in servizio alla data della Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto), che si iscrivano dopo sei mesi dalla data della Confluenza stessa;

per i dirigenti precedentemente iscritti al Fasi ma che abbiano receduto volontariamente dal Fondo (esclusa la perdita dei requisiti per l’iscrizione al Fasi) o la cui iscrizione sia stata annullata dal Fondo.

Dirigente in pensione azienda non versante

Dirigente in pensione o titolare di pensione in azienda non versante (art. 2 lett. c dello Statuto)

In questo caso i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente/titolare di pensione, con le modalità descritte.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.
Solo per il trimestre di iscrizione/reiscrizione, nel caso questa decorra dal 2° o 3° mese del trimestre, è dovuto il rateo di 2/3 o 1/3, rispettivamente, dell’intero contributo.
I titolari di pensione di reversibilità o ai superstiti mantengono i valori contributivi già riferiti al dirigente pensionato intendendosi per data di pensionamento quella dell’ex titolare e, ove non esista, quella della data di reversibilità (articolo 2 lettera g dello Statuto).

Contributo TRIMESTRALE (articolo H + articolo F del Regolamento):

Se la data di pensionamento è antecedente 1/1/2006:

  • 2014: 655,00 euro
  • 2015: 708,00 euro

Se la data di pensionamento è 1/1/2006 o successiva:

  • se l’anzianità di iscrizione al Fasi o ad altre forme di assistenza sanitaria sostitutive del FASI in qualità di dirigente in servizio è di almeno 10 anni, anche non consecutivi:
    • 2014: 655,00 euro
    • 2015: 708,00 euro
  • se l’anzianità di iscrizione al Fasi o ad altre forme di assistenza sanitaria sostitutive del FASI in qualità di dirigente in servizio è di almeno 2 anni e meno di 10 anni, anche non consecutivi:
    • 2014: 710,00 euro
    • 2015: 768,00 euro
  • se l’anzianità di iscrizione al Fasi o ad altre forme di assistenza sanitaria sostitutive del FASI in qualità di dirigente in servizio è inferiore a 2 anni:
    • 2014: 765,00 euro
    • 2015: 828,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

Anche questo contributo deve essere versato, contestualmente agli altri, con le modalità già descritte.

Solo per il primo trimestre di iscrizione è inoltre dovuta l’eventuale quota di ingresso (articolo L del Regolamento).

È dovuta da tutti i dirigenti che si iscrivono al Fondo con l’esclusione di:

  • dirigenti neo promossi o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente, purché la richiesta di iscrizione sia inoltrata entro SEI MESI dalla data di nomina o di assunzione;
  • titolari di pensione di reversibilità di pensionato iscritto al Fondo;
  • titolari di pensione ai superstiti di dirigente iscritto al Fondo.

Il premio di ingresso per le iscrizioni decorrenti entro il 31/12/2005 è pari a euro 206,58, mentre per le iscrizioni decorrenti da 1/1/2006 è pari a:

500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre 6 mesi ed entro 18 mesi dalla data di nomina;

per i dirigenti pensionati già iscritti in qualità di dirigenti in servizio a forme di assistenza sanitaria sostitutive del Fasi;

per i dirigente che si iscrivano al Fasi in caso di Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto);

per i dirigenti distaccati all’estero di cui all’articolo 2 lettera F dello Statuto.

 1.500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre i 18 dalla data di nomina;

per i dirigenti già in servizio alla data della Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto), che si iscrivano dopo sei mesi dalla data della Confluenza stessa;

per i dirigenti precedentemente iscritti al Fasi ma che abbiano receduto volontariamente dal Fondo (esclusa la perdita dei requisiti per l’iscrizione al Fasi) o la cui iscrizione sia stata annullata dal Fondo.

Ex-dirigente in indennità sostitutiva del preavviso

Ex dirigente in indennità sostitutiva del preavviso (art. 2 lett. d comma d0 dello Statuto)

Se la decorrenza iniziale del periodo di indennità concesso è antecedente il 1/1/2007, i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente, con le modalità descritte.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.

Nel caso invece la decorrenza iniziale del periodo di indennità concesso sia successiva al 31/12/2006, questi stessi contributi dovranno essere versati dall’azienda sia per la parte di competenza della stessa (articolo F, per il 2015 pari a EURO 468,00) sia per la parte di competenza del dirigente (articolo H, per il 2015 pari a EURO 240,00), più il contributo per eventuali genitori iscritti.
Pertanto dovrà essere cura del dirigente concordare con l’azienda, opportunamente, la trattenuta dei propri contributi dovuti dalle competenze finali.

Il valore dei contributi dovuti sono:

Contributo TRIMESTRALE (articolo H + articolo F del Regolamento):

  • 2014: 655,00 euro
  • 2013: 708,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

Anche quest’ultimo contributo deve essere versato, contestualmente agli altri, con le modalità già descritte.

L’iscrizione può essere mantenuta a questo titolo, per il periodo di preavviso concesso, solo se sussiste la precedente iscrizione in qualità di dirigente in servizio e senza soluzione di continuità; pertanto non possono maturare nè ratei sul trimestre di iscrizione nè premi di ingresso.

Ex-dirigente senza indennità sostitutiva del preavviso

Ex dirigente SENZA indennità sostitutiva del preavviso (art. 2 lett. d comma d1 dello Statuto)

In questo caso i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente, con le modalità descritte.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.

Contributo TRIMESTRALE (articolo H + articolo F del Regolamento):

  • 2014: 655,00 euro
  • 2015: 708,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

L’iscrizione può essere mantenuta a questo titolo, limitatamente ai due trimestri successivi a quello nel quale si è persa la qualifica, solo se sussiste la precedente iscrizione in qualità di dirigente in servizio e senza soluzione di continuità; pertanto non possono maturare nè ratei sul trimestre di iscrizione nè premi di ingresso.

Prosecutore volontario contributi previdenziali

Dirigente prosecutore volontario dei contributi previdenziali. (art. 2 lett. d comma d2 dello Statuto)

In questo caso i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente, con le modalità descritte.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.
Solo per il trimestre di iscrizione/reiscrizione, nel caso questa decorra dal 2° o 3° mese del trimestre, è dovuto il rateo di 2/3 o 1/3, rispettivamente, dell’intero contributo.

Contributo TRIMESTRALE (articolo H + articolo F del Regolamento):

  • 2014: 655,00 euro
  • 2015: 708,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

Anche questo contributo deve essere versato, contestualmente agli altri, con le modalità già descritte.

Solo per primo trimestre di iscrizione è inoltre dovuta l’eventuale quota di ingresso (articolo L del Regolamento).

È dovuta da tutti i dirigenti che si iscrivono al Fondo con l’esclusione di:

  • dirigenti neo promossi o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente, purché la richiesta di iscrizione sia inoltrata entro SEI MESI dalla data di nomina o di assunzione;
  • titolari di pensione di reversibilità di pensionato iscritto al Fondo;
  • titolari di pensione ai superstiti di dirigente iscritto al Fondo.

Il premio di ingresso per le iscrizioni decorrenti entro il 31/12/2005 è pari a euro 206,58, mentre per le iscrizioni decorrenti da 1/1/2006 è pari a:

500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre 6 mesi ed entro 18 mesi dalla data di nomina;

per i dirigenti pensionati già iscritti in qualità di dirigenti in servizio a forme di assistenza sanitaria sostitutive del Fasi;

per i dirigente che si iscrivano al Fasi in caso di Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto);

per i dirigenti distaccati all’estero di cui all’articolo 2 lettera F dello Statuto.

  1.500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre i 18 dalla data di nomina;

per i dirigenti già in servizio alla data della Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto), che si iscrivano dopo sei mesi dalla data della Confluenza stessa;

per i dirigenti precedentemente iscritti al Fasi ma che abbiano receduto volontariamente dal Fondo (esclusa la perdita dei requisiti per l’iscrizione al Fasi) o la cui iscrizione sia stata annullata dal Fondo.

Ex-dirigente (Statuto in vigore dal 2017)

Ex dirigente (Statuto in vigore dal 2017) art. 2 lett. i dello Statuto.

In questo caso i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente, con le modalità descritte.

I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.

Contributo TRIMESTRALE (articolo H + articolo F del Regolamento):

* 2017: 708,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

* 2017: 510,00 euro

Dirigente operante all'estero

Dirigente operante all’estero. (art. 2 lett. f dello Statuto)

In questo caso i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente, con le modalità descritte.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.
Solo per il trimestre di iscrizione/reiscrizione, nel caso questa decorra dal 2° o 3° mese del trimestre, è dovuto il rateo di 2/3 o 1/3, rispettivamente, dell’intero contributo.

Contributo TRIMESTRALE:

  • Iscrizione SENZA diritto alle prestazioni (uguale all’importo previsto dall’articolo G del regolamento)
    • 2014: 294,00 euro
    • 2015: 318,00 euro
  • Iscrizione CON diritto alle prestazioni (articolo H + articolo F del Regolamento)
    • 2014: 655,00 euro
    • 2015: 708,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito (solo nel secondo caso), è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

Anche questo contributo deve essere versato, contestualmente agli altri, con le modalità già descritte.
Per le due tipologie di iscrizione su descritte, e solo per primo trimestre di iscrizione è inoltre dovuta l’eventuale quota di ingresso articolo L del Regolamento).

È dovuta da tutti i dirigenti che si iscrivono al Fondo con l’esclusione di:

  • dirigenti neo promossi o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente, purché la richiesta di iscrizione sia inoltrata entro SEI MESI dalla data di nomina o di assunzione;
  • titolari di pensione di reversibilità di pensionato iscritto al Fondo;
  • titolari di pensione ai superstiti di dirigente iscritto al Fondo.

Il premio di ingresso per le iscrizioni decorrenti entro il 31/12/2005 è pari a euro 206,58, mentre per le iscrizioni decorrenti da 1/1/2006 è pari a:

500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre 6 mesi ed entro 18 mesi dalla data di nomina;

per i dirigenti pensionati già iscritti in qualità di dirigenti in servizio a forme di assistenza sanitaria sostitutive del Fasi;

per i dirigente che si iscrivano al Fasi in caso di Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto);

per i dirigenti distaccati all’estero di cui all’articolo 2 lettera F dello Statuto.

1.500,00 euro

per i dirigenti in servizio nominati o assunti per la prima volta con la qualifica di dirigente che si iscrivano al Fondo oltre i 18 dalla data di nomina;

per i dirigenti già in servizio alla data della Confluenza Collettiva (Articolo 2 lettera b-bis dello Statuto), che si iscrivano dopo sei mesi dalla data della Confluenza stessa;

per i dirigenti precedentemente iscritti al Fasi ma che abbiano receduto volontariamente dal Fondo (esclusa la perdita dei requisiti per l’iscrizione al Fasi) o la cui iscrizione sia stata annullata dal Fondo.

Dirigente in aspettativa

Dirigente in aspettativa (art. 2 lett. c dello Statuto)

In questo caso i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente, con le modalità descritte.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.
Il valore dei contributi dovuti sono:

Contributo TRIMESTRALE (articolo H + articolo F del Regolamento):

  • 2014: 655,00 euro
  • 2015: 708,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

Anche quest’ultimo contributo deve essere versato, contestualmente agli altri, con le modalità già descritte.

L’iscrizione può essere mantenuta a questo titolo, per il periodo di aspettativa concesso, solo se sussiste la precedente iscrizione in qualità di dirigente in servizio e senza soluzione di continuità; pertanto non possono maturare nè ratei sul trimestre di iscrizione nè premi di ingresso.

Dirigente ex CCNL industria

Dirigente ex CCNL industria (art. 2 lett. c dello Statuto)

In questo caso i contributi devono essere versati direttamente dal dirigente, con le modalità descritte.
I contributi trimestrali sono dovuti sempre per intero, anche in caso di cessazione nel corso del trimestre.
Il valore dei contributi dovuti sono:
Contributo TRIMESTRALE (articolo H + articolo F del Regolamento):

  • 2014: 655,00 euro
  • 2015: 708,00 euro

Per ogni eventuale GENITORE assistito, è dovuto inoltre il relativo contributo aggiuntivo (articolo H del Regolamento):

  • 2014: 432,00 euro
  • 2015: 510,00 euro

Anche quest’ultimo contributo deve essere versato, contestualmente agli altri, con le modalità già descritte.

L’iscrizione può essere mantenuta a questo titolo solo se sussiste la precedente iscrizione in qualità di dirigente in servizio e senza soluzione di continuità; pertanto non possono maturare nè ratei sul trimestre di iscrizione nè premi di ingresso.