Istruzioni per la compilazione del MODELLO UNIFICATO ODONTOIATRIA

Utilizzo come “PIANO DI CURE”

Nel caso fosse necessario sottoporsi a cure odontoiatriche che prevedano anche prestazioni di tipo protesiche e/o implantologiche e/o ortodontiche, è indispensabile inviare preventivamente il “Piano di Cure” utilizzando il nuovo modello e quindi:

  • presentare al proprio odontoiatra di fiducia il Nomenclatore – Tariffario Odontoiatria unitamente al suddetto modello (utilizzare un modulo per ciascun componente il nucleo familiare assistito, avendo cura di indicare chiaramente il nominativo della persona soggetta alle cure odontoiatriche), invitando l’odontoiatra medesimo alla sua compilazione. Per la compilazione, è necessario che il medico odontoiatra curante trascriva il codice, da individuare tra quelli presenti nel Nomenclatore – Tariffario in vigore, corrispondente alla prestazione da eseguire, sotto il numero della sede dentaria (elemento dentario/arcata/emiarcata) soggetta a cure (contrassegnare con una X la relativa casella nel caso di cure su elementi dentari decidui). Laddove il medico non riuscisse ad individuare il codice corrispondente può contattare la Centrale Informativa Sanitaria Odontoiatrica al n. 06.518911 opzione 1;
  • accertare, prima di iniziare le cure, se per tutte o per alcune prestazioni odontoiatriche da eseguire sono previsti limiti od obblighi da rispettare, rilevabili dal Nomenclatore – Tariffario Odontoiatria in vigore. In particolare, i limiti indicano se una determinata cura odontoiatrica, ai fini dell’ottenimento del rimborso da parte del Fasi, può essere ripetuta nel tempo da ciascun assistito. Gli obblighi, invece, indicano quali esami diagnostici e/o certificazioni devono essere obbligatoriamente prodotti al Fasi (esempio: radiografie pre/post cure, copie referti esami istologici/radiologici, copie certificazioni laboratorio odontotecnico, foto intraorale, etc.) senza i quali le prestazioni potrebbero non essere riconosciute come rimborsabili dal Fondo;
  • ottenuto il “Piano di Cure” dall’odontoiatra, l’iscritto potrà trasmetterlo al Fasi in formato digitale oppure a mezzo posta. Tramite le proprie credenziali (numero posizione e password) accedendo alla propria homepage, nella sezione “richiesta prestazioni”, sarà possibile eseguire “invio del Piano di Cure online“. Con procedura semplificata e guidata, verrà richiesta la compilazione di alcuni campi obbligatori quali nominativo assistito (colui che deve fruire delle prestazioni) e presenza di documentazione prevista dal Nomenclatore – Tariffario (immagini radiografiche o fotografiche) e verrà dunque richiesta l’acquisizione informatica (upload) del “Piano di Cure” precedentemente compilato dal proprio odontoiatra.

Qualora la documentazione radiografica fosse in un formato non compatibile con il sistema di upload, è prevista la possibilità di inoltrare il “Piano di Cure” in formato digitale e di stampare un modulo di accompagno, da allegare alle immagini da inoltrare via posta, riportante tutti i riferimenti del “Piano di Cure” stesso.

Qualora, l’iscritto non fosse nella possibilità di procedere all’invio telematico del “Piano di Cure”, potrà comunque trasmetterlo, a mezzo posta, con la consueta procedura cartacea, fermo restando l’inoltro della documentazione obbligatoria (radiografica o fotografica) in copia fotostatica o stampa su carta semplice purché leggibile.

In quest’ultimo caso, il “Piano di Cure” dovrà essere inviato a:

FASI SERVIZIO ODONTOIATRIA

Via Vicenza, 23 – 00185 Roma

esclusivamente PER POSTA PRIORITARIA e non  a mezzo raccomandata.

 

Esito della Verifica del “Piano di Cure”

Al ricevimento del “Piano di Cure” trasmesso dall’iscritto in formato digitale attraverso l’utilizzo delle procedure online, l’iscritto stesso riceverà per via telematica un avviso di avvenuta ricezione.

Il Fasi, invierà entro 7 giorni lavorativi dall’arrivo al Fondo del suddetto Piano e per ogni “Piano di Cure” trasmesso, l’esito della verifica amministrativa identificabile da un numero di riconoscimento univoco. In particolare, l’iscritto riceverà, tramite posta elettronica, all’indirizzo e-mail in possesso del Fondo, l’avviso della “disponibilità dell’esito consultabile nella propria homepage”.

Qualora si fosse proceduto all’inoltro del “Piano di Cure” in formato cartaceo, il Fasi, invierà l’esito entro 12 giorni lavorativi dall’arrivo del suddetto “Piano di Cure”. In tal caso, se l’iscritto/assistito avesse comunicato al Fasi un indirizzo e-mail valido, l’esito del “Piano di Cure” sarà inoltrato, tramite posta elettronica, all’indirizzo e-mail in possesso del Fondo, l’avviso della “disponibilità dell’esito consultabile nella propria homepage”. Nel caso in cui, l’iscritto/assistito non avesse ancora comunicato un indirizzo e-mail valido, il Fondo procederà con l’inoltro dell’esito tramite posta ordinaria.

L’effettiva rimborsabilità delle prestazioni richieste può essere confermata solo dopo l’esame della documentazione inoltrata con la richiesta di rimborso nella sua interezza (documenti di spesa in copia, richiesta trimestrale debitamente compilata, copie di eventuali certificazioni, copie di radiografie e/o fotografie etc.).

Esito verifica anagrafico/contributiva

L’esito della Verifica del “Piano di Cure” comprende anche eventuali segnalazioni, presenti nell’ultima pagina, in merito a problemi di natura anagrafica e/o contributiva (proroghe familiari non pervenute, irregolarità contributiva, etc.), al fine di permettere all’iscritto di provvedere tempestivamente alla risoluzione di tali problemi.

 

Modifica del “Piano di Cure”

Nel caso in cui l’odontoiatra curante disponesse eventuali modifiche di un “Piano di Cure” già trasmesso dall’iscritto al Fasi, dovrà essere inoltrato un nuovo modello di “Piano di Cure” in cui dovranno essere riportate tutte le prestazioni che si intendono eseguire o in corso di esecuzione ma di cui, comunque, non si è ancora inoltrata la relativa richiesta di rimborso (maggiori dettagli all’interno della Guida Odontoiatria).  

Il Fasi, effettuate le necessarie verifiche amministrative e di compatibilità delle prestazioni indicate rispetto al Nomenclatore – Tariffario in vigore, trasmetterà all’iscritto l’esito del nuovo “Piano di Cure” al quale sarà attribuito un diverso numero di riconoscimento, nonché un Nuovo Modello di Richiesta di Rimborso Odontoiatria secondo quanto riportato nel paragrafo “Esito della Verifica del Piano di Cure”.

Maggiori dettagli sono reperibili dalla guida verde.

Utilizzo come “RICHIESTA TRIMESTRALE DI RIMBORSO”

Invio ONLINE delle richieste trimestrali di rimborso delle spese odontoiatriche fruite in “Forma Indiretta”

 Il modulo di Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria, al quale l’iscritto dovrà allegare, tramite upload, la documentazione di spesa preventivamente digitalizzata nonché tutti gli obblighi previsti dalle cure effettuate dovrà essere trasmesso al Fasi per via telematica, nei termini massimi regolamentari previsti.

In particolare, utilizzando le proprie credenziali si dovrà accedere nella propria homepage dove, nella sezione “richiesta di prestazioni”, sarà possibile eseguire l’invio delle pratiche online, seguendo la procedura semplificata, riportata nella Guida Odontoiatria.

La richiesta online di rimborso delle prestazioni odontoiatriche potrà essere inoltrata al Fasi senza attendere il trimestre successivo a quello di emissione del giustificativo di spesa fermo restando, il termine massimo di presentazione previsto dall’art. M del Regolamento vigente. A tal proposito, il sistema telematico, rileverà l’eventuale tentativo di inoltro della richiesta di rimborso oltre i termini stabiliti inibendone l’invio (l’imputazione di un trimestre diverso rispetto a quello effettivo non costituisce diritto al rimborso).

Invio CARTACEO delle richieste trimestrali di rimborso delle spese odontoiatriche fruite in “Forma Indiretta”

Nei casi in cui, non fosse possibile procedere con l’invio in modalità online della richiesta trimestrale di rimborso per le spese odontoiatriche, si potrà comunque procedere con l’inoltro cartaceo del modulo di Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria, al quale l’iscritto dovrà allegare la documentazione di spesa esclusivamente in copia, nonché tutti gli obblighi previsti dalle cure effettuate, sempre in copia, a:

FASI SERVIZIO ODONTOIATRIA

Via Vicenza, 23 – 00185 Roma

mediante assicurata o raccomandata semplice, SENZA RICEVUTA DI RITORNO.

 

La richiesta di rimborso cartacea delle prestazioni odontoiatriche, diversamente dalla procedura telematica, dovrà essere inoltrata al Fasi, rispettando i termini previsti dall’art. M del Regolamento vigente (cadenza trimestrale secondo il trimestre di competenza del documento di spesa a saldo), separatamente dalle richieste di eventuali nuovi “Piani di Cure” o dalla richiesta di rimborso riferita ad altre tipologie di prestazioni (visite specialistiche, interventi chirurgici, analisi di laboratorio, etc.), per le quali deve essere utilizzato un diverso modello che prevede anche l’applicazione della etichetta autoadesiva trimestrale.

Nel caso in cui non fosse necessaria la presentazione preventiva del “Piano di Cure”, sarà sufficiente far compilare dal proprio odontoiatra il Modello Unificato come Richiesta Trimestrale di Rimborso. Per utilizzare il Modello Unificato come “Richiesta Trimestrale di Rimborso”, deve essere indicato, oltre al codice relativo alla prestazione eseguita, anche l’importo fatturato dal proprio medico odontoiatra relativamente alla prestazione stessa e non l’importo di rimborso previsto dal Fondo. Il Modello Unificato, compilato come sopra indicato, accompagnato dalla documentazione di spesa in copia, nonché dalla ulteriore documentazione eventualmente prevista ed esposta nel Nomenclatore – Tariffario in vigore, sempre in copia, dovrà essere inviato in modalità digitalizzata secondo la procedura riportata nel precedente paragrafo “Invio ONLINE” delle richieste trimestrali di rimborso delle spese odontoiatriche fruite in “Forma Indiretta”, dove, il “Modulo di Richiesta Trimestrale di Rimborso Odontoiatria”, dovrà essere sostituito dal “Modello Unificato utilizzato come Richiesta Trimestrale di Rimborso”.

Qualora invece si utilizzasse l’invio cartaceo, il Modello Unificato compilato come sopra riportato, completo della documentazione di spesa in copia e di quella eventualmente prevista anch’essa in copia, dovrà essere inviato con Raccomandata semplice o assicurata a:

FASI SERVIZIO ODONTOIATRIA

Via Vicenza 23 – 00185 Roma

con le consuete modalità e nei termini trimestrali previsti (art. M del Regolamento), per il relativo rimborso.

Maggiori dettagli sono reperibili dalla guida verde.

IMPOSTA DI BOLLO SU RICEVUTE MEDICHE A RIMBORSO

Premesso che:

  • per effetto dell’applicazione dell’articolo 13 del DPR n. 642/72 ogni esemplare di fattura, nota, ricevuta, quietanza o simile documento, non soggetta ad IVA, rilasciata per un importo pari o superiore ad € 77,47 deve essere assoggettata ad imposta di bollo nella misura attualmente fissata (in base alla legge n. 71/2013 di conversione con modificazioni del Decreto Legge n. 43/2013) in  2,00 mediante applicazione, da parte di chi emette il documento di spesa, di marche o bollo a punzone. In alcuni casi e solo per alcuni soggetti autorizzati dagli organi competenti tale imposta può essere assolta in modo virtuale;
  • in caso di trasgressione dell’obbligo di cui sopra è prevista una sanzione amministrativa compresa tra il 100% ed il 500% del tributo dovuto;
  • sono obbligati in solido al pagamento del tributo e delle eventuali sanzioni amministrative tutte le parti che sottoscrivono, ricevono, accettano o negoziano atti o documenti non in regola con l’assolvimento del tributo ovvero li allegano ad altri atti o documenti.

Il Fasi, qualora riceva, ai fini del rimborso, atti o documenti privi di marca o bollo a punzone, ai fini dell’esonero da responsabilità amministrativa, è obbligato alla presentazione di tali documenti all’Ufficio del Registro.

Ai fini dell’accettazione della documentazione per il rimborso da parte del Fasi, l’iscritto o la Struttura Sanitaria Odontoiatrica convenzionata in “forma diretta” deve presentare al Fasi stesso le fatture in copia regolarmente assoggettate ad imposta di bollo, ove previsto.

Gli iscritti sono obbligati dalle norme vigenti in materia a pagare in proprio la marca da bollo anche per le fatture/ricevute sanitarie emesse da Strutture Sanitarie e/o da medici-chirurghi-odontoiatri convenzionati in “forma diretta” con il Fasi. Il costo della marca da bollo non è rimborsato dal Fondo.